Cancellare Link di Notizie da Google con una Richiesta del Governo

Google è un motore di ricerca tra i più famosi ed utilizzati, per questo non è raro che riceva richieste di rimozione di contenuti per le motivazioni più disparate presentate da diversi tipi di utenti. I richiedenti la rimozione delle informazioni da Google possono essere privati, persone giuridiche o anche Tribunali ed enti governativi. In particolar modo questi ultimi, al pari dei privati, hanno la facoltà di avanzare richiesta di rimozione di specifiche informazioni da Google, ciò accade specialmente per motivi legali. 

La natura delle richieste di rimozione a Google proposte dai Governi

Le richieste del Governo per cancellare i link da Google più frequenti riguardano accuse di diffamazione, incitamento all’odio o norme violate rispetto a contenuti per adulti. Le richieste presentate dai Governi a Google spesso sono correlate di ingiunzioni da parte dei Tribunali, a prescindere che il destinatario del provvedimento sia Google o meno. 

Ancora, alcune richieste da parte delle Autorità amministrative statali chiedono unicamente a Google di non eliminare direttamente la il contenuto oggetto della richiesta, ma di vagliarne la liceità, al fine di verificare se questi siano da considerarsi come violativi delle norme della community di Google e dei suoi prodotti. Infine, altro tipo di contenuti per cui i Governi richiedono la cancellazione al motore di ricerca è quello inerente la sicurezza nazionale, cioè tutto ciò che concerne i contenuti politici, le critiche allo Stato etc. Dati dettagliati su siffatto tipo di richieste da parte del Governo sono raccolte nel Rapporto di Trasparenza di Google, all’interno del quale vengono divulgati non solo dati ma anche statistiche in merito a richieste di rimozione di contenuti prese in carico dai Governi ogni semestre, di talché si possano favorire dibattiti sulla regolamentazione dei contenuti del web.

Modalità di invio delle richieste del Governo a Google

Per rimuovere link illeciti o vessatori da Google, i Governi utilizzano molteplici strumenti e livelli statali. Come si è detto uno di questi strumenti è l’ingiunzione del Tribunale alla rimozione del link pregiudizievole, che spiana la strada all’iter burocratico. Allo stesso modo è possibile trovare in allegato a certe richieste anche provvedimenti erogati dalle forze dell’ordine nazionali e/o locali, o ancora richieste inoltrate al Governo da parte di terze persone. Una volta trasmessa la richiesta di cancellazione di informazioni dai prodotti Google, questa viene accuratamente analizzata dal team Google per verificare se vi è violazione di legge o di una norma del prodotto Google. Allo stesso tempo viene vagliata la legittimità e la completezza della richiesta stessa. Talvolta le richieste per iscritto da parte di Enti non bastano e dunque vi è necessità di un’ulteriore ingiunzione da parte dell’Autorità giudiziaria, con la quale si stabilisce, in maniera ancor più certa, se effettivamente una affermazione o una informazione sia diffamatoria o meno, ai sensi della legge nazionale.

LINK UTILE: In che modo Google gestisce le richieste del governo in relazione alle informazioni degli utenti

Google potrebbe non accogliere la richiesta di rimozione link presentata dai Governi 

I motivi per i quali Google rigetta le richieste di rimozione presentate dai Governi, sono del tutto similari, se di carattere omogeneo, a quelli che determinano il non accoglimento per i privati, ad esempio:

Richieste non abbastanza specifiche tali da non consentire l’individuazione dei contenuti da rimuovere;

Richieste relative ad accuse di diffamazione per mezzo di lettere informali da parte degli enti statali, piuttosto che ingiunzioni del Tribunale. Come preliminarmente chiarito, Google si determina nei casi di diffamazione solo se ha come supporto determinazioni da parte del Tribunale.

Dato che di tanto in tanto Google riceve ingiunzioni del Tribunale manomesse, il team procedente svolge anche attività di controllo sulla genuinità o meno del documento allegato. Invero, se Google avverte una simile circostanza, non dà, chiaramente, seguito alla richiesta di rimozione.

I tipi di richiedenti Governativi

Google, nella pagina dedicata alle FAQ delle richieste di rimozione dei contenuti da parte dei Governi, individua 10 tipi di categorie di richiedenti che qui vengono riportati:

a. Autorità competente per la protezione dei dati personali: richieste da parte di enti statali che hanno giurisdizione sui fornitori di servizi elettronici/online e che regolano pratiche relative alle informazioni personali e alla privacy dei cittadini. 

b. Autorità competente per la protezione dei consumatori: richieste proposte da enti statali con autorità legale per applicare le leggi sulla concorrenza e sulla tutela dei consumatori.  

c.  Polizia;

d. Autorità competente per l’informazione e la comunicazione: intese come le richieste da parte di enti statali incaricati di consentire la regolamentazione dei settori dell’informazione, dei media e/o delle telecomunicazioni. 

e. Forze armate: in siffatta categoria vengono che escludono la polizia e le agenzie di spionaggio.

f.  Funzionari statali: richieste di informazioni di carattere personale da parte di funzionari statali che agiscono per proprio conto. Vengono ivi inclusi i rappresentanti eletti ed i candidati politici.

g. Ingiunzione del tribunale diretta a Google: nel senso di ingiunzioni del tribunale che indicano Google come convenuta. 

h. Ingiunzione del tribunale diretta a terze parti: ingiunzioni del tribunale che non indicano Google come convenuta, ma che dichiarano che alcuni contenuti in essa ubicati sono di natura illegali. 

i. Obbligo di segretezza: ingiunzioni dei Tribunali che vietano qualsiasi discussione sull’ingiunzione e potrebbero persino vietarne la divulgazione. 

j. Altro: a questa categoria appartengono gli enti statali e le ingiunzioni del Tribunale che non rientrano in nessuna delle precedenti categorie.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: